Lettera del 22.12.2014

2015-01-09 15:38:45

Cari, carissimi amici, che avete detto “mi piace” al PROGETTO D'IO, non voglio solo ringraziarvi ma incitarvi a un dialogo più profondo, lucido e fecondo. Il progetto che stiamo realizzando ha come superficie di ricerca la traslazione del mio discorso alfabetico in una percezione estetica che possa configurarsi attraverso uno stile. Ma questa è una tappa, non uno scopo. Non vi è, infatti, alcuno scopo che possa anteporsi al concretissimo presente della nostra esistenza (di cui, a ben vedere, parla il mio discorso). E allora - chiedo alle circa 400 persone che hanno dichiarato di apprezzare questo progetto - non è forse venuto il momento di dare un contributo non limitato alla dimensione artistica?

Sarebbe bello sapere chi ha intenzione di compiere qualche passo in più, rispetto al generico “mi piace”. Scrivete (eventualmente anche in privato, qualora il sole della trasparenza sia troppo accecante), la vostra disponibilità ad approfondire il dialogo sotteso dal mio discorso. Ciò che ci muove non è la prospettiva di un solletico intellettuale, ma una conseguenza utile sul qui ed ora. Finora ci siamo limitati alla breve propedeutica dei video di presentazione delle mie tavole, ma so bene che se per alcuni già questo è un cibo indigesto, per altri (pochi o tanti non importa) questo non può essere altro che un piccolo antipasto che produce un appetito sempre maggiore. Il periodo di Natale offre un riposo fatto per pensare, creare e aprire nuove strade. Chi vuole approfittarne per dialogare intorno a ciò che sta a monte e a valle del mio discorso, si faccia avanti.

 


Torna alle news